martedì 4 marzo 2014

CENTOVETRINE, riassunto puntata del 4 marzo 2014

Scoperta dall’intuizione di Ettore, Emma ammette la sua vera identità. Lei è la signora Saint Germain, ma il quadro ammirato da Ferri non è in vendita. Fra i due nasce una istintiva simpatia, tanto che Emma si lascia andare a qualche piccola confessione. Fra lei e Cedric esiste un rapporto eccezionale. Poi la gallerista invita Ettore a fermarsi a cena. Chiacchierando come due vecchi amici, Emma gli confida di essere figlia di un diplomatico e di aver abitato anche in Marocco, proprio dove Ettore è nato, cioè a Tangeri. E’ il destino che li ha fatti incontrare?

Inventandosi una visita medica, Sveva fa in modo che sia Brando a sostituirla in un impegno in Sicilia. Adam è soddisfatto; presto lui consolerà Viola e Sveva avrà tutto per sé Brando.
Salani sta consolando la moglie sempre più sconvolta dall’aver scoperto la vera natura del padre. Brando le mormora che bisogna imparare dagli errori dei genitori; del resto anche lui ha avuto un padre debole.
E siamo alla resa dei conti. Viola deve firmare il contratto che trasferisce le sue quote a Adam, ma è indecisa. Mille dubbi le frullano per la testa. Ma non volendo che il marito apprenda che lei è un'assassina, mette la sua firma in calce al contratto.

Ora che la famiglia Castelli è smembrata, bisogna che se ne crei un’altra. E’ quello che vuole fare Jacopo chiedendo a Fiamma di sposarlo... (A cura di Francis)

Nessun commento:

Posta un commento