venerdì 7 marzo 2014

CENTOVETRINE riassunto puntata del 7 marzo 2014

Carol viene salvata da Leo prima che precipiti nel crepaccio, però la caviglia sinistra le fa male: probabilmente è slogata. Leo chiama i soccorsi, specificando che si trovano sul lato sud dell’Aconcagua.
Dopo le discussioni, di solito seguono le inevitabili scuse. Cecilia lo fa con Damiano, esponendogli una sua idea. Ha deciso di acquistare le quote del Blue Valentine e farlo gestire da Damiano stesso. Lei farebbe un ottimo investimento e non perderebbe un amico.

Brando vuole cacciare Viola da Serralunga e così la moglie è costretta a raccontargli la verità. Ha ucciso un uomo ed è per questo che era ricattata. Salani è deluso, Viola non ha avuto fiducia in lui tenendolo fuori dalla sua vita, e preferendogli Adam. Più Viola cerca di giustificarsi e più la situazione si ingarbuglia. Ma quello che fa esplodere Brando è apprendere che metà dell’azienda è adesso nelle mani di Vega, la persona che più detesta. Avrebbe preferito il tradimento.
E mentre Viola e Brando litigano, Adam è soddisfatto e lo confida a Sveva: Brando non perdonerà mai la moglie.

Ettore si reca da Emma per ritirare il quadro che ha acquistato, ma capita in un brutto momento. Una ragazza, Nadine, è riversa sul divano con una bottiglia in mano, poi si sente male. Ha bevuto alcol e assunto tranquillanti. Emma non sa cosa fare e Ferri prende in mano la situazione, soccorrendo la giovane... (A cura di Francis)

Nessun commento:

Posta un commento