lunedì 3 marzo 2014

CENTOVETRINE riassunto puntata del 3 marzo 2014

Jacopo non crede alla colpevolezza del padre, sebbene Laura ne sia invece convinta. Certamente Sebastian è stato spietato nei suoi confronti rinfacciandole che, da un giorno all’altro, si è accorto di non amarla più. E, aggiunge amaramente la Beccaria, non gli interessano più nemmeno i suoi figli. Viola, alla quale il fratello confessa lo sfogo di Laura, nell’udire le sue parole si terrorizza e comincia a parlare vaneggiando del sangue malato che lei ha ereditato dal padre. Sono entrambi due assassini?
Non abbandonerà mai il padre, come invece stanno facendo tutti. Questo Jacopo tiene a precisarlo telefonando a Leo. Sebbene ami Fiamma, non starà mai dalla sua parte.

Il generatore non funziona e servono dei pezzi di ricambio. Una spedizione partirà dal paese per portarli a destinazione. Carol intende seguire Leo, ma il marito non vuole perché non desidera pregiudicare il loro futuro. Quando tornerà, dopo aver seppellito il suo passato, sarà un uomo nuovo, proprio quello che Carol vuole al suo fianco.
La situazione a Centovetrine è talmente compromessa che Ettore non può tornare a Hong Kong in tempi brevi, e così chiede a Ivan di sostituirlo. Bettini accetta e, incontrando al Blue Valentine un demoralizzato Damiano, lo invita a seguirlo in Cina.

Per rilanciare il buon nome della holding, Diana propone a Ettore di organizzare un’asta benefica di quadri di artisti contemporanei. Il prescelto è Cedric Saint Germain, un artista sparito improvvisamente nel nulla. Però, come scopre Ettore su internet, la moglie Emma gestisce una galleria d’arte. Quando si presenta all’appuntamento, però, l’assistente dell’artista gli comunica che Cedric è assente, ma non ci vuole molto a Ferri scoprire che invece la donna è proprio Emma, la moglie del pittore... (A cura di Francis)

Nessun commento:

Posta un commento